Crea sito

Anime nude, la violenza è una condizione che investe tutta la società

anime_nude-300x180

“Anime Nude”, lo spettacolo teatrale scritto a quattro mani da Angela Matassa e Gioconda Marinelli,  rielaborato in forma drammaturgica e diretto da Barbara Amodio, fa parte della rassegna teatrale ideata da Annalisa Siciliano e Ambra Postiglione nell’ambito della programmazione di Teatro Due Roma, Vicolo dei Due Macelli.

In principio fu il caos racchiuso nel cosmo e poi la luce dipanò le tenebre e tutto ebbe forma e dimensione, per ritornare nel grembo alla fine del tempo terreno. In sintesi è questa la dinamica dello spettacolo diretto dall’ottima Barbara Amodio, apprezzata anche come attrice. Dal ticchettio della macchina da scrivere si materializzano sei figure femminili ed una componente maschile; non sono altro che l’esperienza di dolore di chi sta scrivendo, che ha fatto proprie le sofferenze dei più deboli ed indifesi e che in forma catartica le fissa sulla carta in una raccolta di storie sul tema della violenza che è una condizione che investe tutta la società.

Esistono “indifesi” ancora prigionieri della discriminazione storica e familiare e la sensibilizzazione delle giovani generazioni parte proprio da questa educazione alla non violenza. “È la storia di donne vissute in luoghi diversi e tempi diversi, con esperienze diverse”, ricordano le autrici, “sono intensi ritratti di donne comuni, scienziate, pensatrici, prostitute, bambine, tutte vessate dalla indifferenza, dalla sopraffazione, dalla violenza esercitata ai loro danni dalla società e dal potere”. Tornano alla mente i processi iniqui alle streghe o i fatti di cronaca delle donne afgane costrette nel burka, rappresentate nello spettacolo dal personaggio di Belinda, interpretato magistralmente da Antonella Civale. È uno spettacolo che si insinua nella coscienza dello spettatore per la nefandezza di cui è ancora capace l’orco che è dentro di chi gestisce il potere, del più “forte”, che riesce a “sfogare” sul più debole la forza putrida della sua libido. È uno spettacolo che comunque è intriso di poesia, per la veridicità dei fatti, e questo trasmette lo spettacolo!

Giuseppe Lorin

Print Friendly
Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.