Crea sito

Arcobaleno di profilo, in uscita il quarto album di Alberto Donatelli

Alberto donatelli

Il 21 aprile 2012 esce “Arcobaleno di profilo” il quarto album di Alberto Donatelli, il rocker romano,  definito anche “Rocker artigiano”, che gestisce in modo indipendente la propria musica.
Il nuovo lavoro contiene tredici tracce che vantano intuizioni sonore e testuali di grande originalità.
Michela Zanarella incontra il cantautore per un’intervista.

 

 

D- Tra pochi giorni uscirà il tuo nuovo album “Arcobaleno di profilo”, ci anticipi qualcosa di questo lavoro discografico? Da dove nasce il titolo e come è avvenuta la realizzazione dell’intero CD?

Un buongiorno di cuore a te e tutti i lettori: si, sono felicissimo ed onorato di annunciare per il 21 Aprile la pubblicazione del mio 4° album,  “Arcobaleno di profilo”.
Il titolo nasce in un momento di riflessione, affacciato su una terrazza di notte sul mare di Anzio, vicino Roma.
Stavo terminando di scrivere le canzoni di questo mio nuovo album, nell’ottobre 2010 ed iniziavo a chiedermi come avrei desiderato intitolarlo.
Dopo poco, navigando in rete, ho letto per caso le parole di un celebre Architetto, recentemente scomparso, il geniale Bruno Munari.
La sua filosofia principale recita le seguenti parole … ho cercato di comunicare quello che gli altri non vedono, ad esempio un ARCOBALENO DI PROFILO.
Sono rimasto folgorato dalla semplicità, intelligenza e sensibilità di questa immagine. Immagine che solo un grande artista/architetto poteva riuscire ad esprimere.
Nel mio piccolo, umilmente, ed a lui grato, ho tentato di esporre un qualcosa di simile, col mio nuovo cd.

D- Il primo singolo “Dire la verità” è in rotazione nelle radio già da fine marzo. Citando alcune parole del testo “Dire la verità è un atto rivoluzionario”, quanto conta per te la verità nella vita di tutti i giorni e per la tua carriera di artista?

 

Si, è il primo singolo estratto e soprattutto il primo brano che ho finito di scrivere pensando a questo disco. In molte radio private -e devo dire con mia grande  felicità- sta avendo davvero un bel riscontro! Per chi lo desidera, nella pagina “Video” del mio sito, è possibile scaricarlo Free o ascoltarlo in streaming. Ci tengo a sottolineare anche qui la mia ispirazione che arriva dalle parole di “George Orwell” (1984), in cui l’autore ci mette davanti ad una triste e dura realtà: “in questo tempo di inganno universale…dire la verità è un atto rivoluzionario”. Anche in questo caso, sempre con una nuova prospettiva dopo quella regalatami da Munari, ho potuto vedere con occhi nuovi. Oltre.
E nella sua incredibile semplicità…ci regala questa perla. E’ vero: oggi tutti cerchiamo il colpevole su cui scaricare colpe. Nessuno…nessuno dice “schiusa, hai ragione tu”…”ho sbagliato”…”è tutta colpa mia, devo pagarne le conseguenze”. Ognuno vuole che la responsabilità se la prenda un altro. Ho sempre cercato l’onesta totale, con me stesso in particolare.
Ma in particolare negli ultimi 2/3 anni sto facendo del mio meglio per fare in modo che sempre e solo la verità sia di fondamento alla mia vita di uomo ed alla mia vita di artista, scrivendo e dicendo solo la verità in quello che vorrei esprimere nelle mie canzoni.

D- Sei un cantautore indipendente, autoproduci i tuoi album per realizzare in libertà il tuo Rock. Hai avuto difficoltà nell’affontare questa scelta e nel promuovere le tue canzoni?


Si, confesso che all’inizio (ma ti parlo di fine 2006) è stata durissima. Ho dovuto superare il travaglio dei miei primi 2 album. Il 1° del 2002 era troppo POP e non mi rappresentava artisticamente al 100%. Seppure dico grazie in ginocchio a chi mi hai prodotto e permesso di realizzarlo.
Il 2° del 2006 non appena pronto è stato solo “messo” su web e mai promozionato davvero dall’etichetta che avrebbe dovuto seguirmi, facendomi sprecare anni di lavoro e canzoni!
A quel punto ho capito che -miracoli esclusi, ben vengano- l’unico modo per fare le cose come si doveva, per uno come me, era seguirle solo e soltanto io, al 100%.
Senza nessun vincolo o compromesso.
Quindi ho impiegato quasi 3 anni per portare a termine il mio 3° album (2009, “NON CALPESTARE IL MIO GIARDINO”) che iniziava a rappresentare il “Rocker artigiano” che sono realmente.
Nel frattempo collezionavo decine, anzi centinaia, di contatti personali, umani, amichevoli, alcuni profondi, con radio, riviste, negozi, siti web, locali etc.
Con umiltà, ad inizio 2012 ho ricontattato tutti, tu sei profondamente tra questi, per comunicare l’uscita di questo mio 4° album.
Ora ho tutta la consapevolezza ma la stessa umiltà di 10 anni fa per dire con orgoglio e gioia che, per certi versi, la mia carriera inizia di nuovo con l’ “ARCOBALENO DI PROFILO”.

D- Il tuo album sarà in vendita anche in alcuni store degli Usa, tra New York e Portland. Che differenze noti tra il mercato discografico europeo e quello americano?


Le differenze? Per certi versi immense, per altri nessuna. Mi spiego meglio: dipende tutto e soltanto dall’attenzione, l’amore e la sensibilità degli esseri umani che amano davvero la musica.
Che NON guardano con preconcetto se sei un “amico” di Maria o “se vai a Sanremo” o se c’è una delle 4 sorelle Major a spingerti sui mèdia come si deve.
Anche per la pubblicazione desideravo un giorno “discograficamente speciale”. Il Cd sarebbe stato pronto per inizio/metà Aprile…ed allora ho scelto sabato 21 Aprile, perché è la 5° giornata mondiale del Record Store Day. Ho preso contatti e selezionato una trentina di Record Store italiani indipendenti, amanti DAVVERO della musica e che ci tengono ai Cd che espongono e che li ascoltano, li curano loro per primi. Ho avuto il loro “affetto” ed il loro ok per distribuire il disco nei loro negozi.
Infatti solo dopo, andando contro ogni regola, il mio album sarà su iTunes, Amazon, Google Play, etc ovvero dal 4 maggio.
Infine per fare un tentativo, un esperimento, ho contattato 2 degli store più importanti degli USA…poche righe via e-mail…e loro dopo poche ore (il tempo del fuso orario, direi) mi hanno risposto felici, dandomi il recapito dove in inviare i Cd cha avrebbero distribuito senza tante storie o chiacchiere. La prova del 9? Senza far nomi ho contattato tutti i distributori indipendenti più importanti in Italia e tutte le grandi catene dove si comprano “solitamente” i Cd: nessuno, poco educati e professionali direi, mi ha risposto.
Tranne un distributore che ha “finto” l’ascolto ma che al dunque è sparito non rispondendo più quando il gioco “si faceva serio”.
Mentre l’unica ditta di distribuzione (non a caso supervisionata da un musicista che quindi capisce l’atmosfera) che cito con piacere è Venus Dischi.
Non abbiamo trovato l’accordo ma per altre ragioni: però si è dimostrata la sola ad essere disponibile, sensibile e professionale.
Il paradosso? Il mio primo Fan Club ufficiale (mi pare ancora strano e non sono abituato forse non lo merito, boh!) sta nascendo in questi giorni in Georgia (USA) ed a breve mi daranno il link del sito che stanno facendo. E non conoscono i testi se non traducendoli su Google, incredibile, sono davvero felice!

D- Impegni e progetti per il futuro.


Da alcuni giorni sono on-line e finiti i “nuovi” siti web per l’uscita del Cd (uno apposito che è www.arcobaleno.it ed il mio personale www.albertodonatelli.it). Naturalmente sono quindi sui blocchi di partenza per gustarmi al meglio la distribuzione e la “vita” di questo nuovo album di imminente uscita, con le date live, alcune interviste in radio indipendenti e sui vari periodici cartacei e sul web.
Ci terrei a presentare l’album live il più possibile perché amo suonare con i ragazzi della mia band “il ROCKificio” senza i quali non sarei riuscito a realizzarlo.
Anzi permettimi di salutarli nero su bianco: grazie di cuore a Roberto FRANZO’ (Chitarre elettrice e soliste), Duccio GRIZI (Basso, arrangiamenti e cori), Francesco DE CHICCHIS (Batteria e percussioni).
Nel futuro? Nella mia mente già fluttua l’idea per il 5° album (un titolo altrettanto speciale, credo, mi passa per la mente da un po’…) che sarà probabilmente un DVD live con 3 o 4 inediti ed un videoclip! Non prima di fine 2014 comunque, adesso mi godo questo speciale Arcobaleno!
Un grazie speciale a te per l’attenzione e la disponibilità. E grazie a chi leggerà le mie parole, vorrà ascoltare il mio albume magari scrivermi il suo parere o commento, sia via mail [email protected] o su FB /albertodonatelli.
Un abbraccio, a presto! Alberto Donatelli.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Michela Zanarella

Print Friendly
Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.