Crea sito

GASTRONOMIA DI ROBERTO CIOCCARI nuovo negozio in via fontejana 84, accanto al palazzo dove ha abitato Pier Paolo Pasolini

Roberto Cioccari nel suo negozio di Gastronomia

di Giuseppe Lorin

Pier Paolo Pasolini arrivato con i genitori a Monteverde, nel quartiere XII Gianicolense, abitò prima in Via Fontejana, 86, dal 1953 al 1959 anno del decesso del padre Carlo Alberto, e poi, con la madre Susanna Colussi, nel 1959, si trasferì in Via Giacinto Carini, 46, dove abitarono fino al 1964 per poi andare all’Eur, in Via Eufrate. Il suo romanzo “Ragazzi di vita”, edito da Garzanti nel 1955, così descrive i grattacieli di Donna Olimpia: “Borgata di palazzoni popolari, i grattacieli, costruiti nel ‘37, grandi come catene di montagne, con migliaia di finestre, in fila, in cerchi, in diagonali, sulle strade, sui cortili, sulle scalette, a nord, a sud, in pieno sole, in ombra, chiuse o spalancate, vuote o sventolanti di bucati, silenziose o piene di caciara delle donne o delle lagne dei ragazzini. Tutt’intorno si stendevano ancora prati abbondanti, pieni di gobbe e ponticelli…”.
Accanto al portone dove abitava Pier Paolo Pasolini, è stato inaugurato un nuovo negozio di gastronomia che è gestito da Roberto Cioccari; offre la scelta di prodotti originali e di origine controllata tra tutte le specialità gastronomiche italiane. Il negozio è in Via Fontejana 84, proprio nella zona di Monteverde.
La nuova apertura è avvenuta il 9 febbraio 2013 e Roberto Cioccari porta nel XVI Municipio, Monteverde, l’esperienza acquisita nella sua “bottega” di famiglia con la sua gastronomia molto apprezzata per la bontà dei prodotti a disposizione dei più raffinati palati.
La struttura si sviluppa su un unico piano dedicato esclusivamente alla vendita diretta del prodotto rappresentato da salumi, olii, porchetta di Ariccia, panini ad 1 euro, pane e pizza, pasta artigianale, salse, tartufi di Norcia e di Alba, produzione di cibi caldi, alimenti per celiaci, preparazione di piatti delicati a base di pesce, salse, maionese. Ampi frigoriferi sono destinati alla conservazione di materie prime.


Nell’area magazzino è stata realizzata una cantinetta attrezzata, dove ospitare clienti e amici per degustare i prodotti della Nuova Gastronomia e non mancano caciotte al pistacchio e dolcetti della pasticceria della tradizione italiana.
In questo piccolo negozio di gastronomia si rispettano gli standard di qualità, genuinità e freschezza, caratteristiche tipiche dei prodotti della grande tradizione artigianale culinaria italiana.
C’è chi ancora pensa ai gastronomi come a una cricca di mangioni egoisti, incuranti di ciò che sta loro attorno. Certo, il cibo può e dovrebbe essere un piacere, ma mangiare, ci fa riflettere Roberto Cioccari, è anche “un atto agricolo”: selezionando cibi prodotti con criteri che rispettino l’ambiente e le tradizioni, favoriamo la biodiversità e un’agricoltura equa e sostenibile. Di conseguenza, se nutrirsi è un “atto agricolo”, produrre e vendere dev’essere un “atto gastronomico” conforme ad almeno tre criteri essenziali: buono, pulito e giusto nel prezzo. Attraverso frammenti autobiografici intercalati a meditate riflessioni, cifre e proposte concrete, Roberto ci fa comprendere quanto è ampia oggi la galassia delle discipline che gravitano intorno al cibo, specialmente quello buono.
“Benvenuto nel luogo più giusto qui a Monteverde dedicato al cibo italiano!” L’obiettivo di Roberto Cioccari è quello di rendere il suo nuovo negozio il quarto luogo più visitato dopo il Gianicolo, Villa Sciarra e Villa Doria Pamphilj. È quanto in una confidenza mi ha detto il simpatico Roberto Cioccari, mentre il negozio si riempiva di giovani appena usciti da scuola!
Benvenuto te, Roberto, a Monteverde; io… è ‘na vita che sto qui!


 

Print Friendly
Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.