Crea sito

“MIRABILIA”: prosegue il viaggio dei CIRQUE DES RÊVES

cirque

La band nata nel 2013, è composta da Lisa Starnini (voce), Giovanni Ilardo (chitarre), Giovanni Bruno (pianoforte), Corrado Calignano(basso), Alfredo edo Notarloberti (violino) e Alessio Sica (batteria, percussioni e glockenspiel). Il progetto dei Cirque des Rêves nasce da un’idea di Lisa Starnini, leader carismatica della band, grazie all’inedito incontro di diverse culture musicali: da un lato la tradizione folk nordeuropea celtica e dall’altro le radici delle sonorità mediterranee.

Eclettici e innovativi non solo per sonorità ma anche per lutilizzo di tre differenti lingue, francese, inglese e italiano. Grazie all’originalitàdei brani, al forte impatto visivo dato dalla istrionica presenza scenica e dalla particolare scelta dei costumi, i Cirque des Rêves lasciano un’impronta indelebile durante i live, particolarmente significativi quelli al Milano Rock Festival 2013 e al Teatro Bolivar di Napoli.

Non hanno mai smesso di comporre  e hanno maturato un sound riconoscibile già dal primo ascolto. Diversamente dall’EP, dove forte era la presenza di altre lingue (francese e inglese), vi è stata  nell’album, la scelta di scrivere quasi prevalentemente in italiano.

Per la realizzazione dell’album la presenza più importante è sicuramente quella di Maartin Allcock, polistrumentista, bassista di Cat Stevens, membro storico dei Fairport Convention, tastierista dei Jethro Tull e musicista per artisti come Robert Plant, che ha arrangiato uno dei brani e sta curando la produzione artistica di tutto l’album.  Le registrazioni inizieranno il 13 Maggio presso i Circus Studios di Via Posillipo a Napoli, storici studi dei Planet Funk.

L’EP ha smosso molto interesse fra addetti ai lavori e non, è stato venduto non solo in Italia ma anche in Europa e in Messico e ha ricevuto iconsigli e gli apprezzamenti di David Richards (già co-produttore dei Queen, David Bowie, Roger Taylor, Brian May, Iggy Pop e molti altri).

Il messaggio del Cirque des Rêves non è cambiato e non cambierà. Viviamo un momento di grande rassegnazione, frustrazione, apatia …vogliamo riportare un po di voglia di lottare per i sogni abbandonati nel cassetto perché sono il motore dellesistenza di ciascuno di noi. Sognare ci fa sentire vivi e tentare di realizzarli ci spinge a tornare in pista, a rimetterci in discussione, a tirare fuori gli attributi in un mondo che di attributi ne ha sempre meno. A volte veniamo erroneamente vissuti come sognatori da favolette ma in realtà siamo sei musicisti che fanno musica da tanti anni e che gli attributi non li hanno mai dimenticati a casa. I prossimi progetti sono un tour teatrale e un tour all’estero, festival e aperture concerti a grandi nomi.

Ufficio stampa: Deliri Progressivi – Annamaria Pecoraro ([email protected])

Print Friendly
Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.