Crea sito

RICHARD ATTENBOROUGH IL MAESTRO

images[7]

Sir Richard Attenborough, nato il 29 agosto 1923 a Cambridge, il regista, il maestro, l’attore, lo scrittore, il pittore, semplicemente, un uomo di cultura,  il 24 agosto 2014 è morto.

Sir David Attenborough, fratello di Richard, è il documentarista che abbiamo apprezzato per la precisione scientifica dei documentari, specialmente sulla vita degli animali essendo un naturalista, prodotti dalla BBC e trasmessi dalla Rai negli anni ‘80. John Attenborough, anche lui fratello di Richard, è stato un dirigente dell’Alfa Romeo; morì nel 2012.

Il figlio di Richard, Michael, ha comunicato la grande perdita.

Il regista di “Gandhi”, aveva studiato l’arte drammatica presso la  Wyggenston Grammar School for Boys, e successivamente si iscrive alla Royal Academy of Dramatic Art di Londra. Una faccia da caratterista la sua, che lo aveva portato prima sul palcoscenico, una carriera iniziata nel ’43, e poi al cinema. Tra le interpretazioni sul grande schermo degna di essere ricordata è quella al fianco di Steve Mc Queen del 1963 ne “La grande fuga”. Due anni dopo affianca James Stewart ne “Il volo della fenice”. Dopo una lunga pausa, nei primi anni novanta torna al cinema interpretando il miliardario John Hammond, il dottore dai capelli bianchi, nel kolossal “Jurassic Park”, diretto da Steven Spielberg; riprenderà il ruolo dello scienziato nel sequel «Il mondo perduto».

Nel 1992 firma da regista il film “Chaplin” con Robert Downey jr.

images[3]Richard Attenborough era nato a Cambridge e durante la seconda guerra mondiale, da pilota, aveva servito la Royal Air Force, poi venne impiegato per conto della Pinewood nell’esercito per le riprese aeree andando in missione in tutta l’Europa.

Malgrado le prime difficoltà a teatro, dove aveva debuttato nel ’42, sette anni dopo era già considerato uno degli attori più popolari della Gran Bretagna: per trent’anni ha lavorato con grande impegno nel cinema britannico.

Ma il successo internazionale arrivò con “La grande fuga”, in cui interpretava il capo di uno squadrone della Raf, “Big X”, il capo dei commilitoni in fuga. Nei film degli anni Sessanta aveva collezionato molti successi e nel ’65 si era fatto notare al fianco di James Stewart, e con Rex Harrison in “Il dottor Dolittle”.

Alla fine degli anni ’50 Richard Attenborough creò una sua compagnia di produzione, la “Beaver Films”.

Nel 1969 aveva debuttato come regista in una versione del musical “Oh! What a lovely War”. Nel 1972 diresse “Young Winston” film basato sull’adolescenza del Primo Ministro inglese Winston Churchill, interpretato da Simon Ward. Il cast includeva Robert Shaw nel ruolo di Lord Randolph Churchill, John Mills nel ruolo di Lord Kitchener, Anthony Hopkins nella magistrale interpretazione di David Lloyd George e la magnifica Anne Bancroft nel ruolo di Jennie, la madre di Churchill. Del cast facevano parte altri attori: Patrick Magee, Robert Hardy, Ian Holm, Edward Woodward e Jack Hawkins. La sceneggiatura aveva la firma di Carl Foreman e diretto da Richard Attenborough.

Il grande successo comunque arrivò con “Gandhi”, pellicola che vinse ben otto premi Oscar nel 1982, tra cui quello per il miglior film, la miglior regia, il miglior attore protagonista, Ben Kingsley grazie anche alla sua straordinaria interpretazione del Mahatma.

È stato docente di regia e montaggio al National Film Institute di Londra; consigliava e permetteva agli allievi e agli uditori stranieri esercitazioni di montaggio su alcune scene del suo film “Gandhi”. La sua estroversione e l’amore per l’interpretazione erano alte lezioni accademiche e conoscerlo personalmente per me è stato un vero onore!

images[8]Sir Attenborough viveva a Londra con la moglie Sheila in una bella casa su Richmond Green. La coppia ha avuto tre figli, Jane Holland, Michael John e Charlotte. Un grande dolore lo colpì profondamente nel dicembre 2004, il 26 dicembre, la figlia maggiore della coppia, Jane Holland – all’epoca dello tsunami, 49enne –, la suocera Jane e la nipotina Lucy di 15 anni morirono nel maremoto dell’Oceano Indiano che colpì Khao Lak, in Thailandia, dove erano in vacanza. Altri due nipoti sono invece sopravvissuti allo tsunami: Samuel Holland 11 anni, e Alice Holland di 17 anni, che ha subito gravi lesioni agli arti inferiori.

Michael John, sposato con l’attrice Karen Lewis, dalla quale ha avuto due figli, è regista e direttore artistico del Teatro Almeida di Londra.

Anche Charlotte è attrice, ed è madre di tre figli. Da qualche mese Sir Richard Attenborough risiedeva in una struttura per anziani, dove la moglie Sheila Sim, che aveva sposato nel 1945, l’andava a trovare quotidianamente; era costretto su una sedie a rotelle da circa 6 anni, essendo disgraziatamente caduto.

In seguito aveva firmato la versione per il grande schermo del musical “Chorus line”, e di quello contro l’apartheid “Cry Freedom”, basato sulla vita e la morte dell’attivista Steve Biko. Tra i film più recenti ricordiamo “Chaplin” del 1992, con Robert Downey jr.

Nella sua vita spesa per la carriera cinematografica non ha dimenticato mai i diseredati, i malati, i poco fortunati. Richard Attenborough è stato per trentatré anni presidente di una campagna di raccolta fondi per la lotta alla Distrofia muscolare.

Negli ultimi anni si era attivamente impegnato anche come ambasciatore dell’Unicef e di altre iniziative umanitarie; era molto impegnato nel sociale!

Tra le passioni dell’eclettico ed elegante regista inglese, sempre sorridente, quella per la pittura, ma oltre a dipingere, collezionava fin dagli anni Cinquanta, ceramiche di Picasso; più di cento oggetti erano stati esposti nel 2007 al New Walk Museum & Art Gallery in Leicester nella mostra che aveva dedicato ai membri della sua famiglia colpiti dallo tsunami. Funerali solenni saranno officiati nella chiesa di Saint Paul.

Print Friendly
Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.